Piccolo è impegnativo (considerazioni finali 3).

Piccolo è impegnativo (considerazioni finali 3).

Le banche di piccola dimensione, anche durante la crisi, hanno fornito
sostegno all’economia; hanno ampliato la loro attività sia al di fuori del loro
territorio sia con clienti di grandi dimensioni. Devono ora rendere gli assetti di
governo, le strutture organizzative e i sistemi di controllo del rischio di credito
adeguati alle maggiori quote di intermediazione.

Mario Draghi, Considerazioni finali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...