E sopra l’onda glu glu glu glu glu comincia a far (Oh capitan c’è un uomo in mezzo al mare).

E sopra l’onda glu glu glu glu glu comincia a far (Oh capitan c’è un uomo in mezzo al mare).

uomo-a-mare

La difficoltà delle imprese a fuoriuscire dalla crisi è talmente conclamata e, forse, data per scontata, che ci si dimentica di un piccolo particolare: nei salvataggi ci vuole un uomo in mare (l’impresa), una barca che possa e che voglia tirarlo su (la banca) ed un salvagente lanciato in mare. Ma, allo stesso modo, nessun salvagente servirà se colui che sta per affogare non prova, perlomeno, ad afferrarlo, limitandosi a gridare e lamentarsi. Su questo punto la consapevolezza imprenditoriale mi pare ancora molto indietro, priva di senso del reale: anche se ieri, a ProgettoImpresa alla Bcc di Pratola Peligna, è arrivato, nel durante, un nuovo imprenditore. Con voglia di imparare, di mettersi in discussione, di ragionare sull’impresa, su tutta l’impresa, non solo sullo stato patrimoniale e sulla durata dei debiti bancari. Qualcosa si muove.

Erano le nove, grande calma in porto
quando ahimè la radio mi chiamò
cosa c’è per giove, un ferito un morto,
“No” mi si rispose “ma però
“Oh capitan, c’è un uomo in mezzo al mare,
oh capitan, venitelo a salvare
non sa remar neppure sa nuotar
e finirà per affogar
Quel poverin per rimanere a galla,
da un’ora sta seduto su una palla
e sopra l’onda glu glu glu glu glu comincia a far,
o capitan venitelo a salvar.

4 Comments »

  1. Prof!!!! Come la mettiamo adesso che oltre a Mariella Burani, di cui ci hai tenuto molto aggiornati…tra i VIPS della brava gente si è’ aggiunto anche il “modello” Bulgari…ammazza oh!

    Mi piace

  2. Buongiorno John, ti scrivo in merito ad un’intervista che ho udito, udite udite!!!!!! stamani rilasciata dal segretario della Cigia di Mestre, Bortolussi: cose risapute ma da diffondere. Dice il tizio: l’Italia, Stato che recepisce, di norma, in ritardo, le direttive europee…a gennaio u.s. in enorme anticipo , recepisce e tramuta in decreto legge applicando ula normativa sull’obbligo di pagare determinate tipologie di prodotti, entro 30 gg. Le aziende, come cita John, stanno affogando e lo Stato in primis non rispetta le scadenze e la aziende sono costrette a tirare giù le serrande, perche’ di schei non ne vede. E ricordiamo bene che sul prodotto venduto, consegnato, fatturato, le tasse sono già state versate, ma dell’incasso non c’e’ traccia….e mo, che famo? Ce pigliamo par i cavei?

    Mi piace

  3. Sicilia, 45 anni, pizzaiolo. N-esimo suicidio. Ma a nessuno dei geni di Roma viene qualche dubbio? O rimane solo scritto sulla carta…C’è troppa indifferenza e menefreghismo. Pace all’anima sua, che Dio lo protegga, lui è la sua famiglia.

    Mi piace

    • Non penso sia un problema di geni romani, di politica o altro. Penso che sia un problema di posizione umana e di giudizio: su cosa sei e su ciò per cui vale la pena. Nulla si dice sui debiti del poveretto ne’sul perché li avesse, ma forse si dovrebbe ricominciare a interrogarsi sul perché si fa impresa e se il giudizio di valore ultimo, su tutto, sia quello,protestante, della riuscita nella vita.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...